Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
  Partecipa
BACK

5 CONSIGLI PER COLTIVARE LE PROPRIE ERBE AROMATICHE

giovedì 25 Giu 2020

Non c'è niente di più appagante e salutare che guarnire la pasta con foglie di basilico appena raccolte dal proprio vaso, o magari condire con qualche rametto di origano il piatto di pollo. Le erbe fresche non solo danno alla vostra cucina un sapore gustoso, ma migliorano anche la qualità dell'aria. Provate questi semplici passi per impostare e curare il vostro angolo di erbe aromatiche

1

Fate un po' di spazio

Che si tratti di vasi sul balcone, di un piccolo spazio nel cortile posteriore o di vasetti in camera da letto, le erbe possono crescere ovunque, sia all’interno che all’esterno. Quando si sceglie un vaso per piantare le erbe, materiali come l’argilla, il legno, la resina o il metallo sono ottime scelte, a patto che forniscano un drenaggio adeguato. I barattoli da muratore, per esempio, non sono opzioni adatte per la coltivazione delle erbe, perché non lasciano filtrare l’acqua in eccesso.

 

2

Scegliete accuratamente le vostre piante

Scegliete le vostre erbe in base allo spazio a disposizione, all’esposizione al sole o all’ombra e alle possibilità di drenaggio. Per risparmiare tempo, è meglio attenersi alle piante per principianti piuttosto che ai semi che richiedono più cura e coltivazione fin da subito. Come regola generale, qualsiasi posto con sei/otto ore di luce solare diretta al giorno è perfetto per la coltivazione delle erbe. Se le aree soleggiate sono limitate, scegliete erbe che possono prosperare con una minore esposizione al sole, come erba cipollina, prezzemolo, coriandolo e dragoncello. 

 

3

Prestate attenzione al suolo

Se si coltiva in un contenitore, l’approccio migliore è quello di usare terriccio da vaso invece del terriccio da giardino. Il terriccio è più leggero e più poroso, contiene più sostanze nutritive e ha una migliore capacità di drenaggio. Il terriccio è disponibile in diversi tipi, quindi assicuratevi di selezionare la varietà più adatta alle vostre erbe. Per esempio, le erbe mediterranee resistenti alla siccità preferiscono i terreni gessosi e ben drenati. Mentre altre erbe, come il prezzemolo, preferiscono tipi di terreno umido e ben fertilizzato. 

 

4

Posizionatele strategicamente

Proprio come le persone, le erbe non vanno d’accordo con tutti. Il basilico, per esempio, è il massimo della socialità e dell’armonia. Essendo un repellente naturale per gli insetti, è un ottimo compagno quando viene coltivato insieme al prezzemolo, al rosmarino, all’origano e al peperoncino. Ad erbe aggressive, come la menta o l’origano, è meglio dar loro i propri vasi, perché potrebbero invadere i vicini. Il Cilantro è un’altra erba facile da coltivare e si abbina bene con una varietà di piante, ad eccezione del finocchio. Il Cilantro e il finocchio sono erbe molto competitive se piantate una accanto all’altra e possono far sì che entrambe le piante si raggrinziscano e muoiano. 

5

Il momento della raccolta

Le erbe richiedono un’irrigazione costante e programmata, con periodi di pausa tra una fioritura e l’altra. Anche la raccolta e la potatura frequenti sono benefiche per le erbe, permettono loro di crescere più velocemente e più sane. Per una maggiore ispirazione su metodi di giardinaggio, cliccate qui… scoprirete i consigli degli esperti per progettare un giardino di erbe aromatiche da veri professionisti!